#EricaeAcciaio: Thinking of

Era un giorno di settembre, come sempre la mattina consulto twitter e la Giovy mi esce con un pezzo bello bello sui luoghi che le danno serenità (qui il link).
Ben due di quei luoghi sono in Northumberland e uno in particolare ha attirato la mia attenzione: Bamburgh Castle.
Ora, dovete sapere che molto spesso quando leggo un post della Giovy ho una seconda pagina aperta su google maps per collocare esattamente i luoghi e immaginarmi possibili viaggi.
A partire da quel Bamburgh (che poi ho cercato in infiniti altri blog e sui vari social) è nata l'idea del viaggio che faremo quest'estate e che da allora (settembre) sta prendendo forma e mutando pelle: tanto che ad oggi a Bamburgh alla fine non ci arriveremo.




Quello che è sicuro è da dove partiremo: Nottingham (ossia dall'aeroporto di East Midlands). Il mio cartone Disney preferito, in assoluto, è proprio Robin Hood quindi potete immaginare da quanto tempo abbia la voglia di vedere Nottingham e la famigerata Foresta di Sherwood!


Da lì in poi più studio, leggo, guardo e mi informo e più vorrei aggiungere tappe e vedere cose! Aiuto, devo capire come fare a farci star dentro tutto senza la necessità di prendermi un'aspettativa dal lavoro :-D

Scherzi a parte, nel Nord dell'Inghilterra c'è davvero tanto da vedere e per tutti i gusti. Ci sono leggende, storia, natura e recupero industriale, per non parlare del Calcio. Grandi e importanti città, piccoli paesini e resti romani di importanza mondiale (presente il Vallo di Adriano?).
Se leggete il blog da un po' sapete quanto io apprezzi il recupero delle zone industriali, i porti poi esercitano su di me un'attrattiva unica (ah Liverpool, occhi a cuore). Qui di recuperi industriali ce ne sono un bel po' da scoprire (Leeds? Newcastle?....).
Poi c'è la letteratura, partiamo da Dracula (che ho riletto da poco: trovate la recensione qui) che arriva proprio nel Nord dell'Inghilterra prima di virare verso Londra, a Whitby per la precisione. Un luogo affascinante in una posizione unica.
Ma non solo lui, anche le sorelle Bronte ambientavano qui i loro romanzi (vivevano qui, d'altra parte) e si potrebbe continuare all'infinito.
Ma di città uniche e spettacolari il Nord è ricco, come dimenticarsi di due cattedrali iper famose come York e Durham? Impossibile. Già so che camminando tra le loro navate mi sentirò immersa nelle atmosfere de "I Pilastri della terra".

Come avrete capito è più un problema di farci star dentro tutto che altro.
E ora vi starete chiedendo in che modo Bamburgh sia stata eliminata. Beh qui la questione è un po' più nel budget che in altre faccende. Arrivando fino a Bamburgh si sarebbe poi dovuti ripartire da Edimburgo, che in quei giorni vive il suo momento di apoteosi turistica con il Tatoo e il Fringe, quindi i voli (e gli alberghi) hanno prezzi alle stelle!
Così per rientrare un po' nel budget si è deciso di dirottare il tutto verso Manchester (che mi aveva incuriosita già dalla gita a Liverpool mentre l'attraversavamo in treno), facendo una sorta di segno dell'infinito (non completo).
Arriveremo a Newcastle (perché il Vallo non me lo perdo) e poi ritorneremo giù.
Questo sarà più o meno il percorso:

Il tutto è ancora in pura fase organizzativa (anche se penso che non manchi molto all'avvio delle prenotazioni di voli e alberghi, sopratutto per certe località molto turistiche).
Ovviamente si arriva in aereo e ci si sposta solo in treno e bus! Qualsiasi consiglio è bene accetto!

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Come fermare il tempo

#EricaeAcciaio - facciamo i conti

Derry, la città murata coi muri che parlano

Book TAG - un té per un libro