Post

#TransiOnMyOwn: l'itinerario completo

Immagine
L’itinerario è deciso, questo mese si prenotano gli ultimi alberghi, il mese prossimo il visto e poi (finalmente) anche i treni!
In realtà è tutto fermo. Ci sono state decisioni che sono entrate nelle nostre vite e ci impongono di dire STOP. Chiaramente è tutto correlato al virus e a ciò che a livello economico sta succedendo in conseguenza al necessario lock down. 
Ho scelto di continuare a far uscire gli articoli che avevo preparato. Magari farò uscire anche quello dei costi (che diventa costi previsti), ma vedremo. 

Per ora questo è diventato un post di ipotesi, quello che sarebbe dovuto essere, come l'avevo immaginato (e come sarà nel 2021).  Enjoy!  Però gli orari dovrebbero essere confermati, quindi l’itinerario non dovrebbe subire grandi variazioni. Non è stato facile decidere le 4 tappe da inserire nell’itinerario (oltre, ovviamente, a Vladivostok e Mosca): come si possono scegliere solo 4 città da visitare in un viaggio del genere??!! E però il tempo è tiranno, tre settimane …

#3città1stagione: Tre città per i tre mesi di primavera

Immagine
Per me ogni stagione è buona per visitare qualsiasi città: ho visto Stoccolma immersa nei ghiacci a gennaio e Siviglia col caldo infernale di fine luglio. È indubbio, tuttavia, che ci siano periodi che fanno rendere una città al suo meglio. La primavera gioca facile, la natura si risveglia, gli alberi si riempiono di boccioli, foglie e fiori e le giornate si allungano. Trovo sia una stagione perfetta per andare verso nord, iniziamo questo viaggio in tre città molto diverse tra loro,tre città per i tre mesi della primavera: aprile, maggio e giugno. APRILE: Bordeaux Certo, la costa atlantica è sempre imprevedibile, però quando la primavera si risveglia la città di Bordeaux dev'essere affascinante. E poi la trovo una città adatta ad un po’ d’acqua, con i suoi lastroni di pietra chiara e i suoi tetti di ardesia, riluce dopo la pioggia. Se invece il tempo sarà inclemente qui ci si potrà sempre consolare  con il museo del vino oppure con un giro in alcune cantine di Bordeauxnei dintorni. …

Sognare viaggi futuri

Immagine
Siamo in un momento un po’ particolare, dobbiamo stare fermi il più possibile. Questo è il momento per fermarsi, uscire il meno possibile e cercare di fermare questo virus che ci sta facendo scoprire la nostra fragilità. Fa paura pensare come un esserino così piccolo possa minare così prepotentemente le nostre vite. Non siamo preparati, nessuno lo è.  Ogni giorno è una sfida e una scoperta e l’unica cosa saggia da fare è seguire i consigli di chi è più esperto di noi.  Ce la faremo, magari con qualche acciaccatura, ma ne usciremo. Forse conquistando una nuova consapevolezza.
Ma ovviamente qui si parla di altro. Ho pensato e ripensato se aveva senso far uscire questo post. In effetti avrei voluto scriverlo e farlo uscire già settimana scorsa ma ci ho voluto riflettere un po’ di più. Non che abbia un’audience di chissà quale grandezza, però credo nella responsabilità individuale e che ognuno di noi conta quando lascia qualcosa di scritto. Quindi ho riflettuto e ho pensato questo: 
cosa fac…

#TransiOnMyOwn: Link utili per organizzare la Transiberiana

Immagine
Eccoci al terzo episodio dell’anno sulla Transiberiana (#TransiOnMyOwn), il tema è: “da dove si parte per organizzare la Transiberiana?”

Nel mio caso il là me l’ha dato Eleonora del bellissimo blog “Pain de Route” con le sue storie durante la sua Transiberiana l’anno scorso (le trovate in evidenza sul suo profilo Instagram). Da lì mi è entrato il tarlo in testa e non sono più riuscita a togliermelo dalla testa. Sono partita leggendo i post che Eleonora ha scritto sul suo sito, prima e dopo il viaggio: sono super utili e ve li consiglio vivamente! (qui trovate il link)








Il secondo passo è stato verificare i costi con un mio preventivo personale, quindi servivano i costi di voli / treni / alberghi / visto.

Per i treni ho controllato su un sito che già conoscevo abbastanza bene, quello delle ferrovie russe(qui trovate il mio post con qualche consiglio utile).
Il link è questo, il sito è in cirillico ma c’è anche la possibilità di vederlo in inglese (sia utilizzando il sito tradotto da loro si…

Small Island (un'isola di stranieri)

Immagine
Gli stranieri sono gli immigrati dalle Indie Occidentali, che arrivano in gran numero nella “Madre Patria” dopo la seconda guerra mondiale. La piccola isola non è pronta ad accoglierli e la loro difficile storia viene raccontata da Andrea Levy.
Andrea Levy è figlia di immigrati giamaicani e la storia del padre e della madre della Levy ricalcano perfettamente la storia di Hortense e Gilbert. La vita non è semplice, ci sono i cocci della guerra, c’è il razzismo e le difficoltà culturali ma nessuno si piange addosso, si vive e si cerca di far fronte alle difficoltà, di adattarsi a ciò che la vita ci mette davanti anche quando sembra tutto troppo. Sia Hortense sia Gilbert pensano di essere ben preparati all’arrivo in Inghilterra, hanno molte speranze e molti sogni che però si infrangono con la dura realtà che a volte è difficile capire.
Queenie e Bernard sono inglesi, Bernard è un impiegato di banca, suo padre un reduce della Prima Guerra Mondiale con qualche disturbo mentale (non parla, è …

Le mie mete "Ringo Starr"

Immagine
Ho appena scoperto i Pinguini Tattici Nucleari, prima della loro esibizione sul palco dell’Ariston non li avevo mai sentiti (e di ciò si evince che ormai sono definitivamente entrata nella terza età). Detto ciò, il ritornello della canzone fa così “[…] in un mondo di John e di Paul io sono Ringo Starr” e da allora mi è entrato in testa e non vuole uscire. Mi gira così tanto in testa che mi ha portata a riflettere su quanto a volte si dimentichino certi luoghi perché oscurati da mete più famose o gettonate. Così mi è venuta l’idea per questo pezzo, raccontarvi qualche meta poco conosciuta in giro per l’Europa che secondo me merita il viaggio. Tutte possono essere inserite in un percorso on the road classico con affitto macchina ma io vi ho messo il modo di arrivarci che più amo: coi mezzi pubblici. Per tutte ho citato l’aeroporto più vicino (che potrebbe essere preso come partenza, in un ipotetico tour), il perché vi consiglio di visitarla e un mio ricordo particolare del luogo, un’emo…