Post

I migliori libri (cartacei) letti nel 2019

Immagine
Come ogni fine anno l’appuntamento del blog con la top 10 (in realtà una top 11) dei libri letti nel 2019 si rinnova. Quest’anno ho letto 36 libri cartacei (considerando i due che ho in lettura e che sicuramente finirò entro fine anno), ed è stato particolarmente difficile perché ho letto molti libri degni di nota. Ho distinto due classifiche: cartacei e audiolibri (in uscita la prossima settimana!).
Ma partiamo dal fondo e diamo fuoco alle polveri, ecco la mia personale classifica!
11 – The curios incident of the dog in the night-time (il libro è stato tradotto anche in italiano con il titolo de “Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte). Questo libro mi è stato inviato dalla mia amica che vive in Canada (e non sarà l’unico ad essere presente in classifica) che spesso mi spedisce libri che l’hanno particolarmente colpita. La storia è quella di un ragazzino affetto da sindrome di Asperger (voce narrante) che si trova a voler indagare sulla morte del cane della vicina. L’indagine lo…

Brighton: quanto è costata?

Immagine
Finalmente il pezzo sui costi della vacanzina di Brighton. Devo dire che non ho trovato la città per nulla cara, in generale i costi uscendo da Londra scendono parecchio in giro per il Regno Unito (motivo in più per allargare gli orizzonti)!
Ma veniamo al concreto ed ecco quanto abbiamo speso noi, due persone per quattro giorni (venerdì/lunedì). Come sempre non ci siamo fatti mancare nulla e la maggior parte del budget è andata nella cosa per noi più importante: CIBO E BIRRA!
VOLO: il volo lo abbiamo acquistato a giugno per ottobre, con Easyjet con il solo bagaglio a mano e abbiamo speso 116,60 Euro
ALBERGO: abbiamo soggiornato in un pub, una soluzione che adoriamo quando siamo in UK! Il pub è una gran sistemazione, di solito offrono poche camere, bel tenute e spesso la colazione non è niente male. E poi si ha il pub di riferimento, dove bersi il bicchiere della staffa. In questo caso la scelta è stata perfetta, un pub nella zona di Brunswick, vicino ad Hove, comodissimo (gli autobus p…

Il sognatore e la Musa degli incubi

Immagine
Il fantasy non rientra tra i miei generi letterari preferiti, tuttavia questi titoli mi hanno attirato parecchio fin dalle prime volte in cui ne ho sentito parlare da varie bookblogger. Non so perché ma la storia di un sognatore, una persona che riusciva a vivere in un mondo tutto suo, fatto di fiabe e racconti lontani, nonostante una vita non semplice, mi piaceva. Approfittando di uno sconto Fazi Editore ho deciso di approfittarne ed eccolo arrivare sul tavolino dei libri da leggere. Non è passato molto da quando è entrato in casa a quando è finito sul comodino, mi attirava con una forza magnetica non comune. E da allora non riesco a staccarmi dalle sue pagine. 523 (X2) pagine che ho divorato, non sono riuscita a staccarmene, mancava poco che non dormissi per andare avanti nella lettura. Era da tempo (Eleanor Oliphant is completely fine e Greatest Hits) che non mi capitava di essere così tanto presa dalla lettura. E appena finito il primo volume ho attaccato subito con il secondo, co…

Book TAG: i problemi di noi lettori

Immagine
Questo book tag l’ho recuperato in un video di Tiffany che mi linko qui. Chi è Tiffany? Non credo non la conosciate, comunque è una booktuber bravissima che parla principalmente di libri di genere fantasy (ma non solo) e di femminismo in maniera molto intelligente, ampia e dando un’infinità di spunti. Quindi correte a mettere il suo canale tra i prefe!
Torniamo a noi, book tag letterario sui problemi che affliggono noi lettori. Partiamo!




Hai 20.000 libri nella tua TBR: come diavolo decidi cosa leggere dopo? A sensazione, di solito metto tutti i libri sparsi sul pavimento e inizio a scartarne il più possibile. Poi arrivo a un cerchio magico di 3 – 4 e a quel punto o faccio una conta o cerco di capire di cosa ha più voglia la me lettrice in quel momento.
Sei a metà di un libro e non lo ami: abbandoni o ti impegni? Credo fortemente nel principio (contenuto anche nei comandamenti del lettore di Pennac) che il lettore abbia tutto il diritto di abbandonare un libro. Ci sono troppi libri adat…

Quanti colori è Brighton?

Immagine
Quando Cri h espresso il desiderio di andare a Brighton per il suo compleanno ero felicissima di tornare nella perfida Albione ma non super entusiasta per la meta in sé. Pensavo a Brighton come a una città che si crogiolava in fasti del passato, un po’ nostalgica di tempi andati e attraente solo d’estate a chi piacciono sale giochi e luna park (entrambe le cose molto distanti dalla mia idea di divertimento). Ma tant’è, il patto è: di chi è il compleanno decide e senza storie. E come per Mosca mi sono dovuta ricredere, eccome! Brighton è un insieme di villaggi che in tempi più o meno recenti si sono piano piano uniti in un’unica città, dal 1997 Brighton & Hove (quanto, appunto, si è unita anche Hove). Ognuno di questi villaggi ha mantenuto un’identità molto precisa ed è semplice capire dove si sta passeggiando. Brighton è fatta da piccole colline che scivolano dolcemente sul mare, una grande spiaggia fatta di sassolini sui toni del marrone, la Manica che si apre di fronte e tante p…

Anima

Immagine
Anima è un libro che mi ha scavata dentro, un libro difficile come prendere un pugno in faccia, un libro violento. Un libro affascinante.
La trama è semplice, un uomo torna a casa e trova la moglie morta sul pavimento, accoltellata all’addome. Da lì parte la sua ricerca all’assassino perché vuole essere certo di non essere stato lui. Quella scena risveglia nel protagonista un vuoto interiore e mille domande rimaste inespresse e il viaggio che intraprendere, alla ricerca dell’assassino, lo porterà nel profondo della sua anima e del suo passato.
La cosa più affascinante del libro è il punto di vista, quello animale. Ogni capitolo è raccontato dal punto di vista di un animale che incontra sul suo cammino il protagonista. E ogni animale ha il suo carattere, la sua tipicità, il suo punto di vista sugli uomini. Ogni animale ha la sua anima e ci osserva attraverso i suoi occhi. I titoli di ogni capitolo (soprattutto nella prima parte) sono i nomi in latino degli animali protagonisti del capi…

Ti voglio bene, sgarrupata, Stettino!

Immagine
Le mie città preferite sono ruvide, antipatiche, complicate. Di solito con molta storia da raccontare, hanno molti veli da alzare per afferrarle appieno. Difficilmente regalano l’effetto wow! E molto spesso spiegare il vero motivo per cui consiglio di vederle è complesso. A volte neanche consiglio di vederle, non a tutti almeno. Credo fortemente che il rapporto che si costruisce con una città sia simile a quello che si coltiva con una persona, quindi ognuno di noi ha idiosincrasie e gusti molti diversi che ci fanno amare o meno una città piuttosto che l’altra. O una tipologia di città.


A me le città sgarrupate piacciono. Le trovo interessanti e mi ci sento a mio agio.
Con Stettino l’amore è nato prima di vederla, era una di quelle su cui avevo più aspettative perché sentivo che ci saremmo piaciute. A volte possono capitare delle delusioni (come nel caso di Praga) però il più delle volte mi conosco e ci azzecco. E infatti da subito ho sentito qualcosa smuoversi dentro di me.
QUANDO L’U…