Mutatis Mutandis

I miei oroscopi annuali dicevano tutti che il 2012 sarebbe stato per me un anno di cambiamenti, mutazioni. E io ero felice, felice perché ho sempre visto nel cambiamento una forza positiva, un aprirsi a nuove cose. Strano a dirsi, dato il mio essere metodica e attaccata alle abitudini.

Devo dire che in effetti riesco a percepire giorno dopo giorno questo cambiamento interiore che si sta concretizzando. Penso a me un anno fa e mi vedo cambiata. Il cambiamento è sopratutto una sterzata verso una vita più sana. Sto mangiando meglio, cerco di fare più movimento e sto anche smettendo di fumare. Percepisco il mio cambiamento anche nelle piccole cose. Ho aumentato molto la mia costanza, il che mi sta portando a rispettare alcuni dei buoni propositi che avevo fatto per il 2012. E sto cercando di migliorare la mia flessibilità nel quotidiano - cosa non sempre facile e che non sempre riesce, però rispetto a un anno fa ho fatto passi da gigante...

E' come se la vita vissuta finora fosse servita a farmi trovare pronta al cambiamento di oggi. Come se tutti i passi che ho fatto, da adolescente insicura e instabile a ragazza di 30 anni che fa il grande passo verso la propria indipendenza, fossero il trampolino di lancio verso questa nuova Elena, la Elena donna che affronta il mondo a modo suo e senza più avere timore di nulla. Una Elena che finalmente ha cancellato definitivamente tutti gli spiriti negativi che le giravano in testa e finalmente può essere quella che aveva sempre immaginato.

Insomma quest'anno credo mi vedrà, alla fine, molto diversa da quella che ero prima. Ma sempre fedele all'originale perché il marchio di fabbrica non lo togli mai. Qualsiasi sia il cambiamento interiore.

Commenti

Post popolari in questo blog

Liverpool: ritrovare i Beatles a Penny Lane

Primo post

Peperoni al forno con crema di tonno

New Brighton: storia di un sogno