Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare

A Natale mio zio mi ha regalato questo libro, versione originale in spagnolo. 
Sottotitolo: Una storia per giovani dagli 8 agli 89 anni, e mai sottotitolo fu più azzeccato. 
La storia di Fortunata e i suoi amici gatti è una storia romantica, tenera e ricca di significati. E questo è un libro che, soprattutto oggi, andrebbe letto da tutti. 








"Sentiamo che anche tu ci vuoi bene, che siamo i tuoi amici, la tua famiglia, ed è bene che tu sappia che con te abbiamo imparato qualcosa che ci riempie di orgoglio: abbiamo imparato ad apprezzare, a rispettare e ad amare un essere diverso". Questa, a mio avviso, è la frase più significativa del romanzo. La frase che ne racchiude il senso. Imparare ad apprezzare ed amare gli altri a prescindere dalla razza di appartenenza di ognuno. 
Ma c'è molto di più in questa favola di Sepulveda. C'è un richiamo all'uomo e al suo modo folle di approcciarsi con la natura. C'è l'importanza che l'Onore e la parola data hanno e dovrebbero sempre avere. C'è la fratellanza e l'aiutarsi l'un l'altro. C'è il coraggio e la forza di credere nei propri sogni. E c'è l'amore, l'amore più profondo e sincero, quello della famiglia. Intesa in senso allargato. 


La storia inizia quando Zorbas viene lasciato a casa da solo durante le vacanze della famiglia e un gabbiano precipita sul suo balcone dopo essere stato investito da un'onda di petrolio, scaricato in mare da uomini senza scrupoli. 
Il gabbiano muore sul balcone di Zorbas ma prima di morire gli fa promettere che si curerà dell'uovo e del pulcino che nascerà, insegnandogli a volare. 
Zorbas chiede allora aiuto ai suoi amici, i gatti del porto che hanno una gerarchia molto precisa e un importante codice d'onore. E insieme questi gatti aiuteranno la gabbianella a farsi grande e infine, chiedendo aiuto a un poeta (padrone di una splendida gatta), riusciranno nell'intento di farla volare. 


E come dice Sepulveda "Vola solo chi osa farlo". E allora osiamo, nella vita. Osiamo parlare ai vicini, osiamo avvicinare le persone e creare con loro dei rapporti. Osiamo non giudicare gli altri per preconcetti, impariamo a conoscere ogni essere umano e accettarlo per quello che è. Osiamo liberarci delle catene. VOLIAMO, verso un Mondo migliore. 


Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare
L. Sepulveda
Salani Editore
128 pag.
€ 9,35





Commenti

Post popolari in questo blog

Da Bulgakov a Tolstoj: girovagando per una Mosca diversa

Primo post

Kalamaja - l'altra Tallinn

Isole, incontri e Pub. Soprattutto Pub