La manovra

Lo so, è il tema del giorno e forse chi passa di qui si sarà pure stufato di sentirne parlare e di sentire le opinioni più disparate.. Però ho necessità di sfogarmi e dire la mia... 


Parto dicendo che mi aspetto altre manovre che colpiscano i più ricchi, l'evasione fiscale e via dicendo (cosa per altro ribadita dallo stesso Monti), io ritengo che la manovra sia quello che doveva essere fatto. Molto tempo fa. Tocca a loro farlo perché i politici non se la sono sentita di fare una riforma così dura per la paura di perdere i voti. Così potranno dire: "noi non volevamo farlo", "noi non l'avremmo fatto" "noi avremmo fatto altro". Peccato che non abbiano fatto proprio niente e per questo ci ritroviamo in questa situazione. 


Ma analizziamo alcuni punti salienti. Il principale sono le pensioni. Dunque sistema contributivo per tutti e pensione dopo 41 o 42 anni di contributi. Che comunque non vuol dire andare in pensione a 70 anni e passa perché il limite dell'età rimane (66 per gli uomini e 62 per le donne). Non riesco, scusatemi a trovarlo scandaloso. Facendo i giusti distinguo fra lavori usuranti e non, non credo sia così impensabile lavorare fino a 65 anni (per fare una sorta di media) vista l'aspettativa di vita di oggi e visto come si sta, normalmente, a 66 anni. E che se ne campa tranquillamente altri 20 almeno. Il sistema pensionistico italiano sicuramente era uno dei migliori in Europa (e nel mondo) perché permetteva di smettere di lavorare molto presto. Peccato non fosse sostenibile, soprattutto in un Paese con una speranza di vita sempre in aumento e un tasso di natalità sempre in diminuzione, insomma per un paese VECCHIO. 


Rivalutazione del 60% sulla rendita della prima casa e reintroduzione dell'ICI (ora IMU). Si mette le mani in tasca agli italiani, certo. E' una tassa odiosa e lo è sempre stata. Ma il fatto è che è stata tolta per pagare un pegno elettorale senza pensare a dei modi per coprire la mancanza di quel gettito fiscale. Quindi, sapendo che i soldi non si grattano dal muro, da qualche parte bisognava prenderli. 
Sono convinta che verranno tassati anche i beni di lusso (già introdotta la tassa su yacht e elicotteri) e redditi più elevati così da rendere i sacrifici davvero di tutti, però era una tassa che doveva essere reintrodotta perché bisogna far quadrare i conti. 


Accise sul carburante per sostenere i mezzi pubblici. Ovviamente si tocca un tema, quello della benzina, che fa male perché già è una delle più alte in Europa. Ma è il gettito che è più sicuro, perché non si può non pagarlo. Se i soldi verranno veramente investiti nei trasporti locali allora si potrà lasciare a casa la macchina (cosa che io già faccio da tempo) e risparmiare comunque sulla spesa per il carburante. E ne guadagnerà anche la qualità dell'aria!


Nella manovra sono anche comprese delle misure per favorire lo sviluppo economico e l'occupazione, come la deducibilità dall'IRAP del costo del lavoro (con un occhio di riguardo a quello femminile e giovanile) che dovrebbe andare nell'ottica di un aumento dell'occupazione. Inoltre si è introdotto il limite di 1.000€ per le transazioni in contanti. Io spero che questo limite venga abbassato ancora in modo da cercare di fare emergere il grosso del nero (idraulici, elettricisti, dentisti, ecc.....) e infine bene anche la tassa sui capitali rientranti con l'ultima sanatoria (anche se si poteva aumentare la percentuale). 


Insomma per ora promuovo la riforma con il beneficio del dubbio, nel senso che i sacrifici chiesti a noi dovranno accompagnarsi ai sacrifici chiesti a chi ha di più e può dare di più: 
- aumento Irpef per redditi sopra i 55.000 € (che diviso 14 mensilità fa circa 4.000/mese)
- patrimoniale per patrimoni ingenti (ma senza arrivare al livello di tassare 10 persone e basta)
- ICI e imposte anche alla Chiesa Cattolica per gli immobili non utilizzati per scopi religiosi (cioè tutti ad eccezione delle chiese - e posso concedere le mense dei poveri)
- lotta vera all'evasione fiscale con controlli incrociati a tappeto



Commenti

  1. credo che redditi di 55.000 faccia circa 2.200/2.300 euro al mese, in busta paga (al netto delle tasse)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Liverpool: ritrovare i Beatles a Penny Lane

Primo post

Peperoni al forno con crema di tonno

New Brighton: storia di un sogno