Riflessologia plantare del lunedì

Il lunedì mi porta sempre a riflettere sull'accaduto della settimana precedente... E sperare che la nuova sia un po' migliore.


Stanotte ho fatto un sogno strano che mi rende malinconica... Ho sognato il mio adorato nonnino con una macchina fotografica che continuava a fare foto a me, mia nonna, mio cugino, mia zia... Incessantemente... Aveva occhi rossi e tristi. E alle nostre richieste di spiegazioni sul perché stesse facendo queste foto ha risposto con un malinconico "così vi porterò sempre con me". Non so cosa significhi questo sogno, se rappresenti solo la mancanza di una persona che era un po' il mio modello di vita o se ci sia dell'altro dietro. Sta di fatto che mi sono svegliata malinconica. Ma non triste. 


Le notizie politico-sociali-economiche invece spingono l'umore verso la tristezza, l'amarezza... Un Paese impantanato in sé stesso. Che porta avanti un modello che non sento mio, che sbandiera valori totalmente incompatibili con i miei e dove mi sento sempre di più un pesce fuor d'acqua. Ma mi sembra che noi pesci fuor d'acqua non riusciamo in nessun modo a fare sentire veramente la nostra voce. Mi pare come se ci fosse una larga parte di persone, in Italia, che non si senta rappresentata da questa classe dirigente (di ogni parte politica), che non si senta rappresentata dal modello che pare dominante, che si senta schifata totalmente da certe notizie. E non parlo solo delle donne, e delle cosiddette "donne normali" citate a più riprese dal blog "la 27esima ora". Mi pare che la parte di paese schifata sia più ampia.. Ma non riesce a uscire dalle sabbie mobili... 


Sarà, credo io, la forza dei giovani a farci uscire da questa situazione. Da questo delirio.. Non appena gli sarà data la possibilità di fare davvero! 

Commenti

Post popolari in questo blog

Manobrier, atmosfera da Barnaby e ricerca della serenità

Andare in Russia: il visto

La magia della Valle Aurina: potenza della natura

Eva dorme