Helsniki: inaspettata art nouveau

Forse mi sono troppo concentrata sulla natura finlandese e non ho letto con attenzione le pagine delle guide dedicate all'architettura di Helsinki, forse pur leggendole mal influenzata da tanti che dicevano che da vedere c'era proprio poco in città ho pensato non ci fosse niente di speciale.
Fatto sta che anche le passeggiate nel centro della città mi hanno riservato tante belle sorprese. Una è stata senz'altro l'enorme presenza del mo stile preferito: l'art nouveau.





Qui questo stile si declina in un modo proprio e tipico, assolutamente finlandese nonostante le chiare influenze internazionali (ha attraversato l'Europa a cavallo tra fine Ottocento e i primi decenni del Novecento). Uno stile che qui è noto anche come Careliano dalla regione, la Carelia, che è la patria dell'opera che più di tutte ha influenzato questa corrente artistica: il poema epico  Kalevala. 

Uno stile che qui è molto più asciutto rispetto al resto d'Europa, molto più semplice e rigoroso, pur restando fedele a se stesso e assolutamente inconfondibile.


É stato interessantissimo girare per la città a testa in su e ammirare i suoi palazzi, scoprendo questa nuova declinazione, a me sconosciuta, del mio stile preferito. 
Una declinazione, come detto, assolutamente personale e finlandese che rispecchia anche il carattere delle persone: asciutto, semplice. 






Uno dei luoghi simbolo è senza ombra di dubbio la stazione ferroviaria. 











Ma poi si trovano tantissimi esempi nelle zone di Eira (vicino all'attracco delle navi da crociera), Kruunuhaka (il quartiere principale di Helsinki per un turista, dove si trova anche la piazza del Senato - Senatintori e la cattedrale bianca) e poi Katajanokka: l'isola quasi non isola, collegata con un ponte, dove si trova un'altra attrazione di Helskinki la cattedrale rossa di Uspenski. 




A Katajanokka si trova anche l'ex zona dei magazzini, in mattoni rossi, affacciati su un bel porticciolo di barche a vela. Qui ci sono molti localini interessanti. Uno su tutti (dove si trovano prezzi davvero concorrenziali per Helsinki, una birra media a 5,50 Euro!!) è Sköne, tavolino vista porticciolo, bell'ambiente e personale simpatico!









Da lì può partire l'esplorazione dei dintorni (Katajanokka e Kruunuhaka sono vicine, confinanti) per ammirare i palazzi e i monumenti principali della città! 









E per cena? Beh, io a questo punto consiglio il ristorante careliano che mi pare ottimo, viste le origini dello stile! 
Ravintola Carelia in Mannerheimintie 56 a Töölö è quello che fa per voi!

Commenti

Post popolari in questo blog

Dresda - in giro con i mezzi pubblici per scoprire qualche chicca

Il profumo

Book Tag a caso pre vacanza

Kalamaja - l'altra Tallinn