La top 10 dei libri letti nel 2016

Ed eccoci qui, a fine anno e come sempre qualche bilancio bisogna tirarlo. E quale bilancio migliore del ripensare alle letture fatte e tirare le somme, cercare di dare un ordine, fare una classifica? Che poi può anche diventare un post utile per fare dei regali di Natale!

Classificare e ordinare non è facile, perché ogni libro letto è entrato a far parte di noi e ci ha lasciato qualcosa dentro.
Però ora ci proviamo e cerchiamo di mettere le cose in fila. Partendo dal fondo.

Bisogna intanto, per amor di cronaca e statistica, dire che quest'anno ho letto 24 libri (Al momento ho appena iniziato Il marchio dell'inquisitore, considerate le feste credo proprio che sarà il primo libro finito del 2017) ed ora ecco la vera e propria classifica.

Un libro trovato per caso cercandone qualcuno ambientato nella Tallin di oggi: (10) Il treno per Tallin di Arno Saar entra di buon grado in classifica grazie alla sua ambientazione, una magica Tallin invernale, e alla suspance che riesce a creare. Il Commissario e una persona interessante e merita nuove avventure, restiamo in attesa (anche di scoprire quale scrittore italiano si cela sotto lo pseudonimo di Arno Saar). Consigliato a chi sta per partire per il nord o ama ambientazioni noir. 
E un altro libro, sempre arrivato sulla mia scrivania per merito di un viaggio da fare, che si merita la classifica è (9) St Pauli siamo noi di Petroni, italiano appassionato di calcio e del St Pauli in particolare, che ci raccontare la storia di questa particolare squadra di calcio e intanto ci fa immergere nella storia e nell'atmosfera del quartiere più alternativo di Amburgo. E così ha fatto nascere anche in me la curiosità di scoprire questo angolo di città (che non mi ha lasciata indifferente). Hai un amico che parte per Amburgo? O un appassionato di calcio? Ecco il regalo adatto!

Come già l'anno scorso, anche quest'anno la tradizione di Alan Bennett non è stata interrotta (anche grazie ai miei cari amici che hanno pensato bene di regalarmelo per il compleanno).E così (8) Il gioco del panino entra di diritto nella top 10 (non poteva essere diversamente, non sono obiettiva quando parlo di lui) con una bellissima raccolta di monologhi, dissacranti e irriverenti, per raccontarci i vizi degli inglesi - con il giusto tocco di surrealismo.
Bennett è un consiglio per tutti! Fa ridere, pensare. Regalalo a qualcuno di speciale!




E quest'anno per il mio compleanno ho ricevuto dei libri molto molto interessanti. E così nella top 10 ne entrano altri 2:
(7) L'attentato di Khadra (ed. Sellerio), romanzo difficile, duro ma estremamente lucido. Credo imprescindibile nel mondo di oggi, per entrare nel conflitto israelo-palestinese con nuovi occhi. Per gli appassionati di attualità e che vogliono capire il mondo

(6) I baci sul pane (di Grandes) che racconta con ironia e intensità la crisi di oggi, passeggiando tra le vie di un quartiere di Madrid, e ne traccia anche una possibile soluzione: la solidarietà. Per chi vuole capire la crisi di oggi e la solidarietà necessaria per uscirne



Un gran bel libro che ho letto con piacere - e anch'esso frutto di un regalo - è il (5) ovvero Eva 17 (pessima traduzione dell'inglese Without you) di Saskia Sarginson. Thriller interessante e scritto con una formula nuova, dove non è tanto importante capire chi è l'assassino (che in realtà non c'è) ma molto di più entrare nella profonda psicologia dei personaggi, nelle loro teste e nei loro dolori. Un grande giallo, particolare e intrigante: agli amanti del genere! 







Dalle amicizie arrivano sempre ottimi consigli, anche letterari. Ad esempio con questo grande (in molti sensi) libro che ho adorato dalla prima all'ultima pagina (e credetemi, sono molte). Ormai siamo vicini al podio! (4) La verità sul caso Harry Quebert una definizione per lui è impossibile trovarla, si c'è il thriller, c'è l'amore, c'è la formazione. Troppe cose in pentola e una scrittura che ti incolla alle pagine. Impossibile non metterlo sul podio.
Deve essere sopratutto uno che ama leggere, perché qui ce n'è eccome da leggere! 




Al (3) posto nelle top ten un libro che è un pugno allo stomaco: Un giorno della mia vita, i racconti dal carcere di Long Kesh di Bobby Sands. La recente storia irlandese raccontata dal carcere, le torture, le proteste, la lotta per i diritti umani. Sto ancora cercando di riprendermi da questa lettura, pensare che mentre nascevo io - 35 anni fa - uomini venivano torturati da altri uomini, qui sul suolo europeo mi ha lasciato un vuoto dentro. Profondo. Consigliato per stomaci forti, se qualcuno deve andare in Irlanda (perché non si può partire per quella terra senza conoscerne la storia)

E anche quest'anno John Niven non delude e con (2) Maschio Bianco Etero si piazza al secondo posto. Un libro divertente e dissacrante sulla società frenetica di oggi. Un viaggio nella mente di Kennedy Marr, un romanzo di formazione che - come sempre - fa scorrere qualche lacrima (e molte risate). Maleducato, simpatico e stronzetto. Un personaggio unico che farà innamorare le tue amiche, e sorridere gli amici!



Ed ecco il vincitore, o meglio i vincitori, di quest'anno. Sì perché a pochi giorni dal giro di boa ho terminato (1) Il labirinto degli spiriti e Fermin Romero de Torres. Una conclusione degna di una saga meravigliosa! Per chi ha amato la saga o per chi comunque adora i noir e le storie intricate. 
non potevo non metterlo in testa alla classifica. Mistero, storia, il mio personaggio letterario preferito:

Ma molto tempo prima avevo letto un romanzo che mi ha riportato nei luoghi della mia infanzia, nelle montagne che mi hanno vista muovere i primi passi (sui piedi, sugli sci e sui pattini): l'Alto Adige è il protagonista di (1) Eva dorme di Melandri. La storia - che tanti ignorano - di questa terra è la cornice e la protagonista di questo romanzo, di crescita, di formazione e d'amore. Meraviglioso, e poetico.
Sicuramente conoscerai qualcuno che ama l'Alto Adige, il libro sarà gradito! 

Commenti

  1. Non ne abbiamo in comune >( mi ispira l-ultimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh almeno così abbiamo 10 libri da leggere :-) (scherzi a parte ne ho una pila infinita sul comodino e immagino sia lo stesso per te!)
      Eva dorme è davvero bello, un romanzo in cui si intreccia la storia dell'Alto Adige alla storia della famiglia della protagonista. Merita!

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Primo post

Liverpool: ritrovare i Beatles a Penny Lane

Peperoni al forno con crema di tonno

New Brighton: storia di un sogno