Tornando a noi

Buongiorno a tutti... O forse dovrei dire buona notte, vista l'ora.. sono passati due mesi dall'ultima volta che ho scritto. E alcune cose sono successe ma di fondo la mia vita non è molto cambiata.
Cerco di stare a galla e non farmi prendere troppo dallo sconforto vedendo i giorni che passano e non riuscendo a mandare via questo senso di maliconia....

Ma perché non dobbiamo mai essere pienamente soddisfatti della nostra vita? Perché, in ogni momento dobbiamo sempre guardare la parte vuota del bicchiere?? Forse sono solo io fatta così, ci sono tante persone che vedo per strada che sembrano soddisfatte e serene.... Ma magari lo sembro anche io. Siamo così abituati ad usare maschere in tante situazioni che ormai quasi non ce la togliamo mai. Come se farci vedere dalle persone a cui vogliamo bene tristi sia sbagliato. Magari per un senso di pudore, o semplicemente perché non vogliamo disturbare.

Per quanto mi riguarda il fatto è che mi sembra di farmi solo fisime mentali... e mi sento in colpa per questo.  Prima ero angosciata perché non trovavo lavoro... E pensavo che una volta trovato questo tutto sarebbe andato bene, si sarebbe tutto incanalato nella giusta direzione... Poi ti rendi conto che non è così facile. Prima il moroso che ti molla... Poi fai due conti e vedi che il tuo sogno più grande, e anche qualcuno piccolo, non sono poi così tanto alla tua portata, non per il momento almeno. Ti dici che ti basterà stare attenta, aspettare ancora un po'... ma nel frattempo ti senti inutile a te stessa... e questa è la cosa peggiore...

Non che non ci sia niente di positivo nel mio aver trovato lavoro. Intanto non ciondolo più inutilmente per casa e do un senso allo svegliarmi la mattina. E già non è poco. Poi posso permettermi di pensare alle mie ferie (badate bene, non vacanze, ma FERIE). Ovviamente con la socia, la migliore compagna di viaggio possibile, in tutti i sensi che questo termine può avere. Posso permettermi di pensare a un fine settimana al Mugello, a un week end al mare, a 4 giorni ad Amsterdam e una settimana in Portogallo. Mi sono permessa la macchina fotografica nuova (e di questo la mia sorellina canadese sarà felice - giuro, non saranno solo foto di paesaggi), mi pago il telepass da sola, pago la benzina con i miei soldi e non mi sento più un peso per mia nonna. Anche se lei continua in realtà a fare la spesa e pagare le bollette... Un passo alla volta... Ma vorrei poter pensare ad una casa tutta mia (anche in affitto si intende), a passare dalla ricaricabile del telefono ad un contratto.... Vorrei poter pensare ad un futuro... ma non posso perché di fatto ho una data di scadenza.. il 30 settembre... E cmq, anche se il contratto arrivasse ad essere definitivo prima di riuscire a risparmiare i soldi per una casa passerebbe un bel po'.. con i 6 mesi di anticipo (fra cauzione e tre mesi anticipati... ) e io ormai ho 29 anni e mezzo e ho voglia di un posto mio, dove chiudermi dentro, dove pensare di organizzare cene, dover poter invitare tanta gente o starmene sola a guardare un po' di tele....

Poi c'è la storia del mio ex, non lo nego. Per me lui era la mia metà della mela e lo è ancora... E credo lo sarà per molto tempo. E finché sarà così farò cmq fatica ad andare avanti del tutto, perché sentirò sempre la mancanza di qualcosa. Non fraintendete, io sto molto bene con me stessa, nonostante le seghe mentali. Mi piaccio molto e ho un'alta opinione della sottoscritta. Lui era la mia cigliegina sulla torta e a me le cose piacciono fatte bene.. Voglio anche la cigliegina.
Magari io non ero giusta per lui??? Lo so, è una possibilità, molto remota visto il soggetto, però è ovvio può essere che io non sia quella giusta per lui, ma allora come potrebbe essere lui quello giusto per me.. A volte penso che io stia reagendo così perché è stato lui a chiudere. Penso che questa non sia altro che una reazione del mio ego, del mio orgoglio. Tu mi molli?? ma come è possibile, io sono perfetta (sì a volte lo credo... ), tu non puoi mollarmi, sono io che mollo. Magari è davvero solo per questo. Magari è stato meglio così e prima o poi lo capirò e starò molto meglio anche io. Ma non posso semplicemente auto - convincermene. Devo esserne convinta davvero. E per ora non lo sono.... Per ora penso solo che lui abbia fatto una grande cazzata perché viveva un periodo (lungo per la verità) di merda e perché si sia fatto strane idee.. Però è anche vero che se pensava determinate cose della mia maniera di vedere la vita, e la nostra vita insieme, evidentemente non aveva capito molto di me. E allora che senso aveva??

Commenti

Post popolari in questo blog

Da Bulgakov a Tolstoj: girovagando per una Mosca diversa

Primo post

Kalamaja - l'altra Tallinn

Isole, incontri e Pub. Soprattutto Pub