Buon Trento a tutti!



E chi se l'aspettava una città così bella?
Sapevo che era carina e ne avevo qualche sparuto ricordo di bambina. Ma non mi aspettavo una città così vivace, interessante e con così tanti spunti.

Per non parlare del suo essere ottima base di partenza per infinite escursioni nelle vicinanze, da Merano a Madonna di Campiglio, da Campitello a Vipiteno.

L'alloggio, il bell'ostello "Giovane Europa - Gaya Project", è di fronte alla Torre Vanga, torre di accesso alla città costruita nel '200 e che oggi ospita mostre collegate al MART (una magnifica realtà). Da lì si accede al centro storico, praticamente tutto ad accesso limitato ai veicoli (quindi si cammina comodi e senza problemi) e si arriva in due minuti alla bellissima piazza Duomo: una delle più belle d'Italia a mio parere!
Una meraviglia con la Chiesa, le belle case, di cui alcune affrescate (sarebbe bello vederle restaurate!) e la fontana che ne segna il centro.
La vita di Trento scorre intorno a questa piazza che di giorno è illuminata dal sole e la sera - durante le feste - viene abbellita da giochi di luce che ne aumentano la magia!

Qui vicino ci sono anche i due mercatini, quello più enogastronomico e quello artigianale. Entrambi carini, piccolini e con alcune cose davvero degne di nota!
Il mercato in piazza fiera, quello artigianale, ha alle spalle le mura di Trento e nelle vicinanze la bella birreria Pedavena, un ottimo punto di ristoro!

Non tanto distante, passeggiando per le vie del centro, si arriva al Castello del Buonconsiglio, sede dei Vescovi di Trento dal '200 al '700. Composto da molte sale e torri, merita tutto il prezzo del biglietto. Sale imponenti, con soffitti in legno davvero pregevoli e alcune mostre interessanti, come quella delle stufe. Dalla cima si gode poi di una splendida vista sulla città e i monti circostanti. Andateci al tramonto (considerate che chiude alle 17) e ne resterete entusiasti.






Ma Trento è bella tutta, da girare a piedi perdendosi nelle belle strade e trovandosi per caso di fronte a pregevoli palazzi (magari sedi di mostre temporanee come Palazzo Thun). Oppure passeggiare lungo l'Adige approfittando del sole alla mattina!


Noi abbiamo optato per un paio di gite in giornata, da fare comodamente con treni e pullman: Merano e Terlago.
Merano è sempre bella, elegante e principesca, anche se ormai si avverte un po' troppo la modernità e si è voluto - a mio parere - costruire un po' troppo a ridosso del centro.
Merita sempre, per il suo centro storico e la bella Passeggiata Sissi che costeggia il Passirio.
Terlago è una perla a pochi minuti di autobus da Trento, dove il tempo si è fermato. C'è il paesino con il bel castello, il lago, la tranquillità e lo spettacolo del Monte Bondone e della Paganella a fare da contorno. Prendersi qualche ora qui, per staccare da tutto e ricaricare le pile è una scelta azzeccata!

Ciao Trento e grazie per la serenità che mi hai restituito!




Dove mangiare: 
dei molti posti dove si può mangiare bene, una cucina schietta e genuina vi consiglio questi tre:
- ANTICO POZZO: vicolo della Sat (collega via Torre Verde e via Manci). Buoni piatti trentini con qualche innovazione, io ho preso degli splendidi ravioli di mirtilli ripieni di capriolo su fonduta. MERAVIGLIOSI! Anche le pizze avevano una bella faccia

- CA' dei GOBI e BIRRERIA FORST: due belle e grandi birrerie in centro città, cucina abbondante e buona!

- ANTICA TRATTORIA AL VOLT: di fronte alla birreria Pedavena in via S. Croce. Un locale d'altri tempi con personale cordiale e simpatico. La cucina ottima (sopratutto polenta e formaggio!)



Commenti

Post popolari in questo blog

Helsniki: inaspettata art nouveau

Primo post

Peperoni al forno con crema di tonno