Stonehenge esiste, l'ho visto!

Ero lì con la guida in mano cercando di incastrare tragitti in treno,  giorni e desideri quando, ad un certo punto, il mio occhio cadde sulla scritta Stonehenge. Così vicina. La decisione era già presa, c’era un’altra casella da incastrare nel puzzle delle nostre ferie estive. Da Bristol Salisbury non è lontana, da lì un pullman ti porta al sito e ti riporta in città, passando anche da Old Sarum, l’antico luogo in cui era nata la città di Salisbury.
stazione di Bristol
E allora eccoci lì, il 14 di agosto, alle 8 del mattino alla stazione di Bristol. Purtroppo stavano facendo manutenzione migliorativa alla linea Bristol – Bath – Salisbury che avrebbe dovuto portarci diretti e tranquilli a Salisbury in circa un’oretta. E così, aiutati da gentilissimo personale, abbiamo invece dovuto affrontare un viaggio con un cambio un po’ più lungo del previsto, ma comunque niente di tragico! 
Le ferrovie britanniche sono ben organizzate, precise e c’è sempre personale disponibile ad aiutare i viaggiatori e poi hanno un sito utilissimo e molto ben fatto.

Salisbury
Arrivati a Salisbury saliamo sul pullman diretto a Stonehenge, passa in mezzo alla cittadina e non vediamo l’ora di rientrare per visitarla. Arriviamo a Stonehenge, un altro pulmino ci porta al cerchio tanto famoso. 


Non sapevo cosa aspettarmi. Alcuni dicono che non ha quel fascino che ci si aspetterebbe, per i tanti turisti, per la macchina mangiasoldi che lo circonda, per la strada che corre lì vicino, ecc. In realtà il posto emana un fascino, per me, indiscutibile

Il fascino dato dalla storia, dal mistero (come cavolo hanno fatto a portare quelle pietre fino lì? E a metterle in quella posizione?) e dalla pace che – nonostante le orde di noi turisti – resta immutata. Si perché, a parte il cerchio, è bellissimo anche il panorama intorno. 




Il paesaggio circostante



Mi perdevo a guardarmi intorno, molto più che a guardare le pietre, respiravo quell’aria a pieni polmoni.Verde, dolci dossi, strade curve. Verde e grigio. Una vera meraviglia!




Ma una visita a Stonehenge non può dirsi davvero completa senza aver visitato anche il paese che lo ospita. Salisbury. 


la cattedrale
La notorietà di Salisbury deriva soprattutto dalla sua cattedrale, che ospita una delle quattro copie esistenti della Magna Carta. La Chiesa è davvero imponente e molto bella, noi abbiamo scelto di fare il tour sulla torre campanaria. 
l'ultima scala per salire sulla torre



A me ha interessato molto ma non è da tutti e per tutti. Dura 90 minuti, di fatto si vede come la torre è stata costruita e mantenuta nei secoli, la salita a tratti è molto disagevole e può creare problemi per chi soffre di vertigini. Pensateci bene prima di prenotare la visita! Da lassù però lo spettacolo è unico!
la ricompensa della salita



Ma sarebbe ingiusto limitarsi a questo, Salisbury è una cittadina viva molto carina e molto inglese, con angoli romantici e belle vie con negozi e pub… interessanti. 







il centro di Salisbury
Ci si immerge un po’ nell’Inghilterra di qualche secolo fa, la giornata passa veloce e dolce nel paesaggio di Salisbury. Andateci e godetene anche voi!









scorci di Salisbury
CONSIGLI PRATICI:
Stonehenge: il “tour”   prevede pullman dalla stazione / centro di Salisbury, ingresso a Stonehenge, Old Sarum e Cattedrale (senza torre) e costa £ 14 (solo bus, poi bisogna aggiungere l’ingresso a Stonehenge che costa 14,50 £) – 27 (bus – Stonehenge e Old Sarum)  – 33 (anche la cattedrale, senza torre)  a persona.






la bellezza della Cattedrale dall'alto (primo step)
Cattedrale: con il biglietto compreso nel tour si può entrare nella Cattedrale, ma non si sale sulla torre. Per prenotare lasalita si deve andare sul sito, ci sono tour ogni ora e accolgono al massimo 12 persone (costo: 12,50 £) 

Commenti

Post popolari in questo blog

Primo post

Liverpool: ritrovare i Beatles a Penny Lane

Peperoni al forno con crema di tonno

New Brighton: storia di un sogno