Cimitero dei feti. Io non ci arrivo.

Finora ho evitato di esprimere un giudizio. Non tanto per mancanza di un'idea mia, quanto più perché non mi sembrava utile ne necessario. E l'argomento mi pareva di lana caprina... sinceramente mi sembra ancora così. Però provo a scrivere due righe, che magari qualcuno me lo spiega meglio. 

La questione è quella della Delibera del Comune di Firenze circa l'istituzione (o meglio l'istituzionalizzazione) di un luogo, all'interno del cimitero, per i feti. 

E qui i difensori della Legge 194 si sono scagliati contro il Comune e la delibera. Vedendo in questa istituzionalizzazione un voler conferire lo "status di cittadini morti ai feti" (cito dall'articolo apparso sul blog Anziparla del manifesto). 

Insisto a non capire. 

Che la legge 194 sia da FAR APPLICARE e da DIFENDERE ci sono. Ma non capisco in che modo dare la possibilità a chi lo desidera di avere un luogo dove seppellire il proprio bambino non nato, il feto, possa ostacolare l'applicazione della legge. 
Non tutti gli aborti sono scelte. E in ogni caso anche la scelta non implica magari la voglia di continuare a piangere il feto. 
Non lo so. Sinceramente non ci sono mai passata. Non so cosa si prova. E credo che ogni persona reagisca a suo modo. E credo, in ogni caso, che la libertà di scelta debba SEMPRE essere rispettata. Non solo quando approviamo (o comprendiamo) la SCELTA. 
E sto parlando io, che per me i cimiteri proprio non hanno senso. Non vado mai a trovare nessuno dei miei cari sepolti. Li ricordo senza bisogno di un luogo. Vi parlo io, sbattezzata (so che non è questo il termine ma ci siamo capiti). Non credo nell'anima, in Dio, Gesù Cristo e tutto quello che ne viene a seguito. Quando sarò io a morire non vorrò essere sepolta, donate il mio corpo alla scienza, fatene quello che volete. Bruciatemi e gettate in giro le ceneri. Ciao ciao. 
Però perché è così scandaloso, perché da così fastidio che ci sia qualcuno che il feto lo vuole seppellire??? Che lo faccia, che vada ogni giorno a portare un fiore su quella tomba. Dove sta il problema?? io non ci arrivo. Sarò stupida, sarò ingenua. 
Mi preoccupa di più che in molte strutture l'aborto proprio non si possa praticare perché sono tutti obiettori di coscienza. Mi preoccupa che le ragazzine e i ragazzini di oggi non ricevano la minima educazione sessuale (con annessa conoscenza di contraccettivi e misure preventive, non solo per la gravidanza). Sbaglio? Fatemi capire.

Commenti

Post popolari in questo blog

Berlino, ancora tu...

Dresda e i miei tre posti speciali

Dresda - in giro con i mezzi pubblici per scoprire qualche chicca

Le buone abitudini