Desenzano sul Garda, perfetta gita fuori porta

Spesso si tende a non conoscere il bello vicino a noi, in questo caso devo fare mea culpa. Non che non conoscessi il Lago di Garda, ci avevo bazzicato qualche sera per un buon piatto di pesce, alcune volte per un pranzo o una cena di ritorno dall'Alto Adige e via discorrendo.
Non gli avevo, e questo è il mea culpa, dato possibilità in quanto a gita fuori porta domenicale volta alla vita di "mare" e a due passi per la città.
Domenica abbiamo preso da Lambrate il treno alle 9.30 e siamo arrivati a Desenzano poco prima delle 11. Giornata splendida, non una nuvola in cielo e temperatura perfetta. La passeggiata dalla stazione al lungo lago è piacevole e subito da l'idea di una città attenta ai dettagli, curatissima e molto bella. Belle le case nobiliari con grandi giardini, belle le stradine semi-pedonali del centro e bella la passeggiata lungo il lago. Sembra davvero di essere al mare. Il Lago è il più grande d'Italia e lo si percepisce poco come lago. Sembra proprio mare.

Spiagge piccole, alcune con i sassi, altre con la sabbia, spesso buono spazio per la spiaggia libera. L'acqua è stata la cosa più sorprendente. Limpida, dalle mille sfaccettature di blu, trasparente. Una meraviglia. E già viene voglia di tornarci il prima possibile, il viaggio è facile e veloce, il posto è bello e ci si rilassa completamente.



Dopo un ottimo pranzo a base di pesce di lago, facciamo quattro passi per il centro e confermiamo la prima impressione. Qui è tutto curato e molto bello. Ci saranno altre occasioni per vedere la casa romana, il castello e tutte le bellezze architettoniche e storiche che Desenzano ha da offrire. Oggi vogliamo sopratutto fare vita "di mare", riposarci e fare tanti bagni rinfrescanti.





Cambiamo spiaggia, più sassi ma più ombra. Acqua ancora più bella che al mattino.






La sera a malincuore dobbiamo riprendere il treno ma prima un bell'aperitivo a base di prodotti tipici toscani e Spritz in un localino molto interessante sulla via dello struscio: Sicché street food. Merita una sosta. 



E ora, cosa aspettate? Tutti a prendere il treno verso Desenzano!

Commenti

Post popolari in questo blog

Helsniki: inaspettata art nouveau

Primo post

Peperoni al forno con crema di tonno