Understatement

Gli inglesi sono fantastici perché in una parola riescono a racchiudere un intero mondo di significati.
E Understatement è la parola del giorno, secondo me. Dovrebbe essere il faro guida di tutti, tutti i giorni.

In italiano si potrebbe tradurre con sobrietà. Già. La quasi scomparsa sobrietà.
Bisognerebbe essere sobri nel vestire, che non vuol dire necessariamente essere tristi o vestiti tipo piccole suore o preti. Vorrebbe semplicemente dire usare il buon gusto e capire che le mutande, i reggiseni e le sottovesti si mostrano solo in camera da letto. Ad esempio.

C'è poi un uso più alto della sobrietà. Ed è la sobrietà dei modi. E della parola, di conseguenza.
Perché essere sobri nelle maniere è ormai il caso eccezionale. Sembri strano se sei sobrio. E cosa vorrebbe dire essere sobrio? Principalmente contare fino a mille prima di parlare e capire la situazione di chi ti sta intorno e di chi ti guarda e ascolta prima di agire e parlare.

Purtroppo è pieno il mondo, soprattutto l'Italia, di esempi negativi.
Ad esempio quando un calciatore di serie A strapagato usa il termine "fatica", "stanchezza", ecc non si comporta in maniera sobria.

Ma soprattutto non si comporta in maniera sobria un parlamentare che sbandiera una crisi di governo se non gli fanno fare le ferie. E no cavoli! Non è sobrio per niente. Anzi, direi che proprio non ha il minimo di DECENZA, il minimo di DECORO e il minimo di BUONA EDUCAZIONE per poter essere definito PERSONA.

Siamo alla frutta e il bello è che poi si stupiscono se la gente si arrabbia, si stupiscono se in giro si annusa vento di anti - politica.

Commenti

Post popolari in questo blog

Manobrier, atmosfera da Barnaby e ricerca della serenità

Andare in Russia: il visto

La magia della Valle Aurina: potenza della natura

Eva dorme