Prima settima di BikeMI - la libertà è su due ruote

Giugno è iniziato con una grande decisione. Fare l'abbonamento al servizio BikeMI.
Rastrelliera BikeMI
Sì lo so, può sembrare cosa da poco ma in realtà è stata frutto di molti arrovellamenti nel mio cervellino, soprattutto per due ragioni.
Come prima cosa ho subito un intervento alle ginocchia e il movimento rotatorio non è il più indicato nel mio caso... E poi già avevo dovuto desistere dalla corsa l'anno scorso...
E poi Milano, la mia splendida e adorata città che tutto è fuorché a misura di bici. 
Ma alla fine ho deciso.
Per le ginocchia vediamo come va, il prezzo dell'abbonamento è davvero basso (36 €) e se anche mi capitasse di non poterne più usufruire (assiduamente) non ci avrei perso tanto denaro.
E per la città a misura di bici beh.. dopo due anni che faccio avanti e indietro dal lavoro a piedi posso assicurare che non lo è neanche dei pedoni.. perciò.. tanto vale!
In bicicletta nel parco
Mi sono imposta qualche regola, perché ci sono molti ciclisti che sfrecciano in modo pericoloso e maleducato (nei confronti di pedoni e automobilisti) e che non fanno certo un bel servizio alla comunità! Marciapiedi mai (se proprio non c'è scelta si percorre il tratto con la bici a mano) e contromano solo nel caso di strade larghe e poco trafficate (per dire i controviali anche no - parlo per ad es viale romagna - perché sono stretti e con auto parcheggiate in ogni dove).
A questo punto ho iniziato a testare un po' di strade (e il test è ancora in una prima fare, è solo una settimana che sfreccio con la mia bellissima bici arancione!). Il primo giorno ci ho messo 26 minuti. Ora ce ne metto 15!
Il lato positivo è che ho piste ciclabili e parchi sul mio cammino! Quindi è davvero un piacere!
Il senso di libertà che ti da la bicicletta, la velocità, il vento tra i capelli (che in questi giorni di afa e caldo non è male) sono sensazioni meravigliose! 
Certo, qualche piccola arrabbiatura per macchine in doppia fila, pedoni che non guardano quando attraversano e cose così ci sono.. ma passano subito, pedalando.

E' bello vedere la città da questa prospettiva, dopo averla girata in lungo e in largo a piedi!
Negozio (che adoro) di cuoio in via Spallanzani

E poi un po' di movimento fa sempre bene! Quindi, milanesi (ma non solo), munitevi di tessera e iniziate a pedalare! Qui il sito del servizio con tutte le informazioni! Viva la Bici!

Commenti

Post popolari in questo blog

Berlino, ancora tu...

Dresda e i miei tre posti speciali

Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare

Dresda - in giro con i mezzi pubblici per scoprire qualche chicca