Il libro degli specchi

La morte di un rinomato professore, nel 1987 a Princeton, è rimasta irrisolta. Avvolta nel mistero. E la vita di molte persone che ruotavano attorno al professore è cambiata dal quel giorno di dicembre. Cosa è davvero successo è ancora un mistero che però potrebbe essere risolto da un libro scritto da uno dei protagonisti: Richard Flynn.

Allora studente, era stato uno dei principali sospettati all'epoca. Ma non c'erano state prove a sufficienza (e aveva superato il boligrafo).
Peter Katz riceve il primo capitolo del manoscritto e decide che vuole pubblicare la storia, ma Richard Flynn muore prima di riuscire a consegnare il libro, che non si trova.

Da qui partono le indagini che Peter affida a John Keller, un suo amico di vecchia data.
E da qui partono le molte versioni di ciò che è realmente accaduto quella sera. Ognuno smentisce l'altra e ognuna pare credibile.

Un giallo scritto su più livelli e ambientazioni che non smette di offrire colpi di scena e nuove prospettive, come in un labirinto degli specchi al luna park.

Ma davvero tutti mentono, oppure sono i ricordi che sono differenti? Come se ognuno avesse la sua propria realtà?

Quanto si possono manipolare i ricordi delle persone? E quanto li manipola già la nostra mente? Questo è quello su cui indaga questo libro e di cui ci offre una bella tesi. Ora sta a noi ragionarci su e capire quanto del nostro passato sia realmente successo e quanti dei ricordi che abbiamo siano ricordi reali, di cose che abbiamo vissuto in prima persona.

Una bella scoperta di uno scrittore contemporaneo non banale e intrigante.

Il libro degli specchi - E. O. Chirovici
Ed. Longanesi
P. 326 - Euro 16,40

Consigliato a chi: ama i gialli, è interessato al funzionamento della psiche umana, vuole un libro dal taglio nuovo


Commenti

Post popolari in questo blog

Primo post

Peperoni al forno con crema di tonno

Aiuto, parto per Berlino!

Bilbao e l'Aste Nagusia