San Candido, le dolomiti di Sesto e la Val Fiscalina





Questo viaggio nasce a gennaio 2016, in un giorno grigio e freddo ricevo una telefonata inattesa: Era la signora Mair del Gallo Rosso di Bolzano a chiamarmi. Avevo vinto una settimana per due persone in uno degli splendidi masi in Alto Adige associati con Gallo Rosso!
Descrivere il mio stato di felicità è difficile a parole. Gioia allo stato puro! 
Da allora sono passati un po' di mesi per decidere il periodo migliore per noi e incastrarlo con le disponibilità dei masi e agriturismi, sempre pieni da un anno all'altro in alta stagione. E così alla fine è stato deciso, si parte a marzo, giusto per il mio compleanno.
Scegliere tra i vari agriturismi e masi non è stato per nulla semplice, sono tantissimi e tutti splendidi.


Ma alla fine la scelta è caduta sull'agriturismo Schopferhof in pieno centro a San Candido, il mio paese d'elezione da quando ero piccolina e sulla strada tra Dobbiaco e San Candido ho imparato a camminare.

Qui è dove ho imparato a sciare, a fare pazzie sulla neve e dove mi sono innamorata definitivamente di questa terra e delle persone che la abitano.
E quelle piste le vedevo ogni giorno, fuori dalla finestra della mia camera. Che meraviglia!




Ed ora, che avevamo il nostro bellissimo appartamento vista Baranci, come organizzare la settimana perfetta??
Avevo in mente moltissime possibili mete delle nostre gite giornaliere, e più pensavo più me ne venivano in mente. E dovevo incastrare tutto con il meteo e i mezzi di spostamento.
Sì perché questa è stata una settimana all'insegna del Car - Free. In Alto Adige è facilissimo farlo, grazie ad una rete di trasporto integrato (autobus/treni e seggiovie) perfettamente funzionante e funzionale.

Siamo arrivati a San Candido il sabato all'ora di pranzo, il tempo di appoggiare gli zaini a casa e via a mangiare una splendida merenda tirolese, mostrare il paese a Cri e fare un po' di spesa. E intanto scandagliavo l'orario dei mezzi per decidere cosa fare della nostra domenica. Il tempo prometteva sole e temperature miti per tutta la settimana, quindi la scelta era dettata solo dal cuore. Avrei voluto andare subito al Lago di Braies, la mia meta preferita nella mia infanzia. Ma la popolarità data dalla fiction rai mi ha fatto desistere e optare per tornarci il lunedì. La meta per domenica sarebbe stata la bella, vicina e comoda Val Fiscalina. 




Il pullman che da San Candido va a Sesto, in Fiscalina e al Passo Montecroce passa ogni mezzora. Con la nostra tessera dei trasporti avevamo tutto l'Alto Adige ai nostri piedi. E dopo circa mezzora, qualcosa meno, eccoci in Val Fiscalina. All'inizio del sentiero e delle piste da fondo. La passeggiata in Fiscalina è semplice, adatta a tutti. Si cammina sulla neve battuta, immersi nella natura e circondati dallo spettacolo delle Dolomiti di Sesto, Patrimonio dell'UNESCO. Uno spettacolo unico che rasserena qualsiasi persona. Il bianco della neve, il cielo azzurro, il grigio delle Dolomiti. Uno spettacolo, non ci sono altre parole per definirlo. E poi un ottimo pranzo al rifugio di fondo valle, preso d'assalto da noi turisti in giro per le valli.

Al rientro abbiamo approfittato dell'arrivo dell'autobus per il Passo Montecroce per raggiungere i 1.600 metri e il confine con il Veneto. E poi siamo ridiscesi, fino a Sesto, per concederci quattro passi nel bel paese e lungo il sentiero che porta in poco tempo a San Candido (ma non l'abbiamo percorso tutto).

Alle quattro, circa, in tempo per l'aperitivo, eravamo di nuovo a casa. A San Candido, con gli occhi pieni della magnificenza della natura e pronti a scoprire altri luoghi magici.





Consigli:
Holiday Pass/Mobil Card: moltissime strutture ricettive concedono la holiday pass agli ospiti per la durata del soggiorno gratuitamente. Altrimenti è acquistabile nelle stazioni e agli uffici turistici e costa 28 Euro per una settimana (per gli adulti).

Gallo Rosso: è l'associazione di molti masi e agriturismi, il sito fornisce anche molti consigli per le vacanze in Alto Adige e su richiesta inviano materiale informativo gratuitamente a casa. Come il sito ufficiale del turismo in Alto Adige

Trasporti: il sito dei trasporti, ha anche una comoda app, è utile per consultare orari e mappe.

Mangiare a San Candido: due le mete imperdibili:
- Ristorante pizzeria Miramonti: il risotto al pino mugo è delizioso, il menù interessante.
- Enoteca dell'orologiaio / da Tony: un must, imperdibile. Ottimi i panini, le birre e la selezione dei vini!




Commenti

Post popolari in questo blog

Manobrier, atmosfera da Barnaby e ricerca della serenità

Andare in Russia: il visto

Eva dorme

La magia della Valle Aurina: potenza della natura