Onora il babbuino

Cardo, il protagonista del libro, è tutto quello che non vorremmo essere.
È politicamente scorrettissimo, è approssimativo ma soprattutto è un rapinatore di banca. Figlio di un carabiniere emigrato a Torino dalla Calabria. Con una tigre come animale domestico.

Cardo ha un suo codice di condotta. Cardo sta organizzando una rapina, in macchina con lui c’è qualcuno che a un certo punto dovrà fare qualcosa, e intanto si sorbisce le regole di vita di Cardo. E anche noi. E non smettiamo mai di ridere (e a volte di dargli anche ragione). 

Passiamo dall’amaro Montenegro all’amore per gli animali, dalla legge della giungla al racconto di Papio il Babbuino (che poi da il titolo al libro e sì, onore al babbuino!). Cardo ci fa ridere, ridere perché poi alla fine il politicamente scorretto è divertente, sorridere perché poi alcune cose le dirà anche male ma ti viene proprio da dargli ragione. Ridere perché è talmente sopra le righe che, nonostante tutto, ci vorresti proprio andare a cena. O essere in quella macchina ad ascoltare le sue storie.

"Senti questo schifo di musica. Ti sei mai chiesto se le pubblicità dell’Amaro Montenegro finiscono tute bebe o se ci fanno vedere solo quelle in cui salvano il culo? Chissà quanti veterinari del cazzo sono morti ubriachi e annegati e noi non lo sappiamo. La televisione è così: ti fanno vedere solo quello che vogliono loro. Loro, i padroni, i ricchi, i comunisti, quelli là."

Onora il babbuino è un gran libro, divertente e irriverente, un libro che esce dagli schemi e ci regala qualcosa di nuovo (che non è poco proprio per niente). Leggetelo gente, e poi decidete – come la sottoscritta – di regalarvi tutta la bibliografia di Michele Dalai (quello che odia il tiqui taqua, per capirci. Quello che ci ha regalato un gran bel programma sul mondohooligans e quello che ci regala belle perle anche su twitter se vorrete seguirlo @micheledalai.)


Ed. Narratori Feltrinelli
p. 141 - € 13,00
Consigliato a chi: ha voglia di farsi due risate e passare qualche ora in auto con Cardo. Ha la curiosità di conoscere Papio il Babbuino

Commenti

Post popolari in questo blog

Primo post

Nevsky Prospekt: caos e meraviglia (ovvero San Pietroburgo)

Peperoni al forno con crema di tonno