AAA Lavoratrice offresi

Da tempo ho voglia di cambiare. Non è un mistero. I cambiamenti mi piacciono, li affronto sempre volentieri. E il lavoro che svolgo ora è troppo ripetitivo e monotono. Offre solo brevi - e sempre più rari  - sprazzi di novità.

Lavoro a Milano, in un'azienda che si occupa di Real Estate, valutazioni immobiliari  e di rami d'azienda. Io sono la segretaria - receptionist e impiegata amministrativa. Mi occupo della prima contabilità, dell'agenda del titolare e della gestione di un gruppo di professionisti sul territorio (coordinamento e fatturazione).
Collaboro con il titolare e i colleghi alla stesura dei report, verifico le bozze e produco elaborati, grafici e ricerche.

Le mie passioni sono variegate, in effetti ho una personalità abbastanza eclettica. Sono appassionata di viaggi, cibo e sport. In particolare mi piace organizzare viaggi (in mente ho sempre il prossimo viaggio, la prossima meta), preparare cene per gli amici e seguire eventi sportivi. Gli sport che preferisco sono l'atletica (salto in alto, lancio del giavellotto e discipline multiple in particolare), il nuoto e il basket.

Mi piacerebbe lavorare nell'organizzazione di eventi o nel turismo. Poteri mettere in luce le mie doti organizzative in un settore che mi motiverebbe a ricercare sempre il meglio. E mi piacerebbe poter sfruttare la conoscenza delle lingue (inglese e spagnola) e magari impararne di nuove. Anche il settore del cibo mi interessa, non tanto la cucina (sono una buona cuoca ma questo non mi rende abile a farlo per professione) ma la sua promozione e valorizzazione.  Credo che il cibo possa essere un ponte tra le culture e niente come una cena possa far conoscere un Paese e le sue abitudini.

Le occasioni bisogna sapersele procurare. E io ci provo.
Ho 32 anni e credo sia questo il momento per dare una svolta nella mia vita, soprattutto a livello lavorativo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Manobrier, atmosfera da Barnaby e ricerca della serenità

La magia della Valle Aurina: potenza della natura

Andare in Russia: il visto

Eva dorme