Milan l'è un gran Milan

Da Milanese innamorata persa per la sua città mi sono un po' rotta di sentire parlare della mia terra o in termini negativi o per luoghi comuni..
Di Milano senti dire in giro o che è brutta, grigia, triste, la gente scontrosa oppure senti parlare solo delle fiere della moda, del centro e delle vetrine patinate, del duomo e dei navigli... e che noia!!
Innanzitutto vorrei dire a tutti quelli che ci vivono e che parlano della gente triste e scontrosa che anche loro fanno in qualche modo parte di quella fila di gente. Secondariamente ci terrei a sottolineare che magari se non abbiamo sempre il sorriso sulle labbra, mentre la mattina ci trasciniamo faticosamente al lavoro, o la sera corriamo a casa (o verso l'happy hour), è solo perché siamo sinceri e sì, un po' diffidenti verso il prossimo per natura.. Però se ci viene fatto un sorriso o ci vengono chieste con gentilezza siamo pronti a rispondere e anche, perché no, a fare due chiacchiere durante il tragitto in metro o mentre beviamo un caffè... Corriamo sempre e sembra che non abbiamo mai tempo? E' vero, Milano è una città frenetica che corre e lavora sempre, anche mentre si concede un aperitivo.. Però tutta questa frenesia trasmette anche vibrazioni positive, voglia di fare... E sappiamo anche rilassarci ma a modo nostro e coi nostri tempi.
Quando sono in Spagna mi adatto ai tempi dilatati della vita spagnola (per non parlare di quelli andalusi). So che se mi siedo in una terrazza di qualche bar ci sono buone possibilità che debba stare lì un bel po'.. So che si cammina più lentamente, che si vive più lentamente... E mi adatto, senza problemi. Mi piacerebbe che quando le persone vengono a Milano (per turismo, affari) o si trasferiscono qui, cercassero di adattarsi anche loro ai nostri ritmi o almeno capissero e non giudicassero sempre e comunque in modo negativo.
Il clima milanese è pessimo??? Non direi.. E' un clima da Europa continentale, inverni freddi (anche se sempre meno, o così dicono), estati calde - a volte afose - e poco spazio alle mezze stagioni (anche se ora stiamo godendo di una primavera con la P maiuscola). Il clima di Madrid (tolto qualche grado di umidità in meno dato dall'altura della città) non è poi così diverso, il clima di Parigi (tanto decantata) è similissimo (anzi forse più piovoso) per non parlare dello splendido (?) clima inglese... Eppure sembra che il tempo non sia clemente solo qui a Milano..
I mezzi pubblici, mi rendo conto, non possono competere con molte città europee (che però sono molto più grandi) ma sono il meglio che l'Italia offra. La metro funziona (anche se dovrebbe allungare gli orari) i mezzi di superficie (sempre problematici per ogni turista) a volte sono un tantino lenti ma non sempre per colpa loro, la giungla di macchine (che guidiamo tutti e non iniziamo a fare i santi che nessuno parcheggia in doppia fila mai perché non ci credo..) non gli rende la vita facile... ma ho visto di molto peggio...
Parchi ce n'è pochi? Sì, anche qui rispetto a molte altre città europee c'è sicuramente meno verde, ma gli spazi non mancano se uno ha voglia di natura. Dai piccoli giardini di quartiere ai due grandi polmoni verdi cittadini (Sempione e Giardini Indro Montanelli) che però sono poco sfruttati dalla popolazione milanese (ad eccezione di alcune tipologie tipiche).
Milano non è solo il centro, il Duomo, il Castello e i bei negozi... Ci sono quartieri (Porta Venezia, Porta Genova, Sant'Ambrogio, Brera) con case meravigliose e angoli da perderci la testa, Milano non sono solo i negozi carissimi del centro ma ci sono anche i negozio di Buenos Aires, molto più alla portata di tutti, il mercato di Viale Papiniano, Paolo Sarpi (perché no?) e la zona dei navigli con i negozi un po' più "alternativi". Ci sono un sacco di librerie, come la Hoepli di via Hoepli, che sopravvivono alle grandi catene offrendo qualità e cortesia, ci sono i negozi storici e quelli che nascono all'improvviso e tanto velocemente se ne vanno...
La sera Milano è un po' strana. Il centro tanto declamato di giorno la sera si spegne. E per magia si accendono altri quartieri, oltre ai soliti navigli, città studi, porta romana e la zona dell'idroscalo, moscova e brera e porta venezia diventano il centro della vita notturna milanese. Che grazie a dio offre divertimento per tutti.. Dalle mitiche discoteche ai circoli Arci, dai pub stile inglese/irlandese ai nuovi lounge bar e ristoranti da ogni angolo del mondo. C'è tutto e per tutte le tasche... Il lato negativo è che devi avere la macchina (e magari neanche troppo grande) perché i mezzi la notte finiscono presto (a parte la mitica 90/91).
Sicuramente c'è tanto da fare.. Si potrebbe migliorare molto questa città, come credo tutte le città (se ci si vive e non le si vive solo da turisti). Però c'è anche tanto di positivo e non bisognerebbe dimenticarlo mai..

Commenti

Post popolari in questo blog

Helsniki: inaspettata art nouveau

Primo post

Peperoni al forno con crema di tonno