#WorldBookDay

Oggi è il #WorldBookDay e mi sembra giusto onorarlo alla grande, stilando l’elenco dei 10 migliori libri letti quest’anno.

Non è stato semplice scegliere, tra i 30 libri letti in quest’ultimo anno, e stilare una classifica. Ci sono stati nuovi incontri, ritorni di fiamma, passioni costanti alimentate da novità interessanti e tante, tante vite in cui mi sono immersa, con cui sono in qualche modo entrata in contatto. Ho amato ogni libro letto (anche quelli che mi sono piaciuti meno) e ognuno di loro mi ha lasciata qualcosa.

Sicuramente, durante quest’anno ho acquisito due nuove passioni letterarie. Una è Banana Yoshimoto (perché ho aspettato così tanto??!!) e l’altra è molto più recente e si chiama Alexander McCall Smith. La Yoshimoto mi ha colpita nella sua introspezione e nell’indagare alcuni temi che mi sono molto cari (la sopravvivenza ad una perdita, il senso di solitudine all’interno della società, il paranormale e lo spirito mistico). McCall Smith invece mi ha coinvolta nella sua vita di ogni giorno, in quel di Edimburgo. Nei suoi romanzi non succede nulla, se non lo scorrere normale della vita. Una volta si perde un cane, si trova un lavoro, si perde un lavoro, si va a fare la spesa, di chiacchiera di fronte a un caffè. Banalità quotidiana raccontata in maniera soave, delicata, divertente. Soprattutto un amore sconfinato per la sua città, che traspare in ogni riga, ogni virgola e ogni parola. Una capacità di raccontare il tran tran quotidiano eccelso.
In entrambi questi casi, quello che succederà sarà che avrò l’ennesimo scrittore da monitorare (e di cui leggere tutto il pubblicato ad oggi, e credetemi in entrambi i casi è davvero tanta roba). Come se già non avessi i miei (piacevolissimi) guai con i vari Bennett, Medina Reyes, Zafòn, ecc…

Ma quest’anno è stato anche un anno di nuovi incontri inaspettati, uno è uno scrittore, amico di zona, Cristian Giodice, che ha pubblicato il suo primo romanzo – un successo – e che spero pubblichi molti altri lavori. Scrittore interessante e raffinato, un Calvino moderno per alcuni versi. E poi un incontro con una donna che, in parte, ha cambiato il modo di vedere questo mondo. Frida Kahlo. Grande pittrice, enorme donna e meravigliosa creatura, leggere della sua vita, capire il mondo dentro i suoi dipinti è stato un privilegio che voglio condividere con più persone possibili.

E allora ecco l’elenco. Una classifica ragionata. Questi 10 libri dovete proprio leggerli!  

  1. La sovrana lettrice - Alan Bennett (Ed. Adelphi)Il primo non poteva non essere lui, Bennett. Ho già il nuovo tra i libri da leggere nel 2015 (elenco che sta crescendo a dismisura, ho già comprato una nuova libreria) e non si smentisce mai. Divertente, irriverente, immancabile!
  2. Isole - incontri epub. Soprattutto pub - I. Marchant (ed. DeAgostini) – Una libro davvero interessante, sociologico e antropologico, un viaggio nel tempo, nella storia e lungo la Gran Bretagna. 
  3. Quello che ancora nonsai del Pesce Ghiaccio - E. Medina Reyes (Ed. Narratori Feltrinelli) – Medina Reyes in un libro che fa pensare molto. Si allontana dalla compagnia di Rep ma rimane fedele a Città Immobile. Un gran libro con alcuni capitoli davvero meravigliosi. Una sicurezza.
  4. Frida Kahlo - unavita d'arte e di passione - R. Tibol (Ed. Rizzoli) – l’incontro con una grande donna, con una grande persona, cambia il nostro animo. Per questo dovete leggere questo (e non solo questo) libro su Frida. Per questo dove conoscere Frida.
  5. Urlo - Allen Ginsberg(Ed. Il Saggiatore) – Una mente visionaria, una vita fragile e dolce, un approccio al mondo unico. Follia e lucidità che si mischiano. Un capitolo da avere, leggere e sfogliare, per aprirsi alla beat-generation.
  6. Quando ammazzarono iprecari - C. Giodice  (Ed. Lorusso)l’opera prima (di una, spero, lunga serie) di Cristian Giodice, un libro che parla di noi, della nostra generazione, di precarietà, di lotte. Un occhiolino a Calvino e le radici ben salde nella letteratura sociale. Un grande libro moderno da leggere.
  7. 44 Scotland Street -A. McCall Smith (ed. Tea) – questo primo libro della serie di Scotland Street per farvi venire l’acquolina in bocca e apprezzare McCall Smith e il suo racconto lieve. Fatevi trascinare per le strade di Edimburgo.
  8. Kitchen - BananaYoshimoto (Ed. Universale Economica Feltrinelli) – anche qui, metto Kitchen perché è il suo primo libro (la sua tesi di Laurea). A me ha colpito al cuore con moshi moshi, ma poi ho cominciato da capo. E proseguo. Perché quando si entra in contatto con Banana poi non si vorrebbe più smettere.
  9. 9 notti a Parigi -Giorgio Pirazzini (Ed. Miraggi) – Altra scoperta di quest’anno, con la scusa di “preparare” il viaggio a Parigi mi sono lasciata tentare da questo libro che risaltava nello shop della Santeria. Grande scoperta. Parigi è sempre Parigi, e se a raccontarla ci metti uno parecchio bravo il mix è quasi imbattibile. Venite a scoprirla sotto una nuova luce!
  10. ¡Viva la Vida! - PinoCacucci (Ed. universale economica Feltrinelli) – e concludiamo da una bellezza (Parigi) ad un’altra (Frida). Pino Cacucci ci apre la sua mente, i suoi pensieri più intimi, pochi istanti prima di lasciarci per sempre. Frida, alla fine si abbandona alla Pelona, ma non senza lottare e senza entrarci, come un pugno, nell’anima.


E ora, cosa state aspettando???!! Dai forza, di corsa in libreria! 

Commenti

Post popolari in questo blog

Berlino, ancora tu...

Dresda e i miei tre posti speciali

Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare

Dresda - in giro con i mezzi pubblici per scoprire qualche chicca