La morte della Pizia

I temi cari a Dürrenmatt ci sono praticamente tutti. Si indaga alle origini del mito di Edipo, quasi alle origini stesse di Delfi e della Grecia. Ci si addentra a svelare i retroscena di miti e leggende greche come solo un grande scrittore può fare.

Con ironia e filosofia.

Non è tanto una presa in giro di miti e Dei, quanto più un’analisi sociologica di una società (in realtà di ogni società, perché poi son tutte basate su intrighi – storie – oracoli di qualche tipo e fraintendimenti, o no?) che alla base ha uomini che mentono o in qualche modo sottacciono l’intera verità.

Alla fine chi era davvero il padre di Edipo? E la madre? Perché è successo quello che è successo? È l’uomo che genera il suo destino o la conoscenza del futuro cambia il nostro modo di vivere il presente?

Di questo, e non solo, si filosofeggia leggendo questo racconto di Dürrenmatt che soprattutto diverte in maniera intelligente.

E grazie alla mia omonima che me l’ha consigliato (e mi ha spinta fino a quando non l’ho comprato)!

Friedrich Dürrenmatt – Ed. Piccola Biblioteca Adelphi

P. 68 - € 8,00

Consigliato a chi: vuole farsi due risate in maniera intelligente, ha voglia di passare un'oretta (due?) dissacrando miti e indagando sui sentimenti umani








____________________________________________________________________________________________
Hay todo los temas queridos de Dürrenmatt. En el cuento se investiga sobre el mito de Edipo, las origines de Delfi y de toda la Grecia (por fin). Se está por dentro de legenda solo come puede hacerlo un gran escritor.

Con humor y filosofía.

No es un tomar por el pelo los mitos y los Dioses, si no más un analysis de la sociedad (de cada sociedad, que siempre es lo mismo – istoria – mitos algo no claro… no¿?) con hombres que siempre no cuentan toda la verdad.

Por fin ¿Quién es el padre de Edipo?¿ Y su madre? ¿Porqué ha sucedido todo, es el hombre que hace su propri destino o esto cambia si ya conocemos el futuro?

Todo esto se piensa mientras se lee este cuento. Todo mientras que sonrie de forma intelligente.

Y muchas gracias, por fin, a mi homónima para el consejo. 

Commenti

Post popolari in questo blog

Berlino, ancora tu...

Dresda e i miei tre posti speciali

Dresda - in giro con i mezzi pubblici per scoprire qualche chicca

Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare