Post

Chiuso per ferie

Immagine
Dopo tanto sognare è venuto il momento di far andare i piedi. #Tramontianordest, uno dei #Traveldreams2017 e #Traveldreams2016, diventa realtà.
E quindi io starò passeggiando tra il magico centro storico di Tallinn, la natura di Helsinki e le magie della Russia: da San Pietroburgo e Mosca.
Tornerò sicuramente super carica e piena di cose da raccontarvi (e di emozioni che mi porterò dietro per il resto della vita).
Non voglio lasciarvi soli per troppo tempo. Così ho pensato di raccogliere qui qualche post, suggerito per la lettura a seconda di pensieri ed emozioni.

Vuoi perderti tra piccoli paesi e ottimo cibo?

Qualche suggerimento per le letture in spiaggia?

La meraviglia assoluta delle montagne Patrimonio UNESCO

Una città ribelle 

Qualche percorso tra le ceneri di una fenice rinata

La città che amo di più al mondo e il confronto con la sua storia

Hai voglia di freddo, paesaggi incantati e un treno rosso?

Perla nazionale, meraviglia unica

Una città al mare, ma senza il mare

 Luci e buon cibo

Un…

Andare in Russia: prenotare i treni

Immagine
Ed eccoci all'ultima (per ora) parte del mio Vademecum dell'organizzazione dei viaggi in Russia. Questa volta voglio parlarvi dei treni, in modo più approfondito rispetto all'ultimo post. Ovvero, voglio offrirvi una vera e proprio guida passo passo per prenotare i treni sul sito delle ferrovie russe.

Il sito non è semplice perché, anche nella versione in inglese che vi linko, non è tradotto al 100% (anche google non aiuta molto).
Tutto sommato però si può fare, basta seguire questi passi.

(Disclaimer: io qui non parlo di Transiberiana o Transmongolica ma di treni interni "semplici" come la Mosca - San Pietroburgo, ad esempio).

Il sito è questo: http://pass.rzd.ru/main-pass/public/en 

Il primo  consiglio che mi sento di darvi è di cliccare sulla bandiera in inglese ad ogni caricamento di pagina nuova. 

Per prenotare un treno russo andrà fatta necessariamente la registrazione al sito, questo vi permetterà anche di ricaricare il biglietto in ogni momento e procedere d…

Andare in Russia: l'aereo o altri mezzi per arrivarci

Immagine
Andare in Russia può risultare essere un po' costoso a causa, principalmente, del visto. Però, superata questa barriera (e vi spiego come farlo, passo per passo, proprio qui), il Paese offre davvero tante possibilità e sono certa ne resterete abbagliati, come è capitato a me. 
Al momento posso solo raccontarvi la mia breve esperienza di prenotazioni e viaggi in Russia fatta di voli, treni e traghetti. Non so ancora darvi indicazioni su come prenotare la Transiberiana o simili viaggi. Ma so che molti blogger hanno fatto questa esperienza e ne hanno scritto (beati loro!).

Qui però siamo ancora in Italia, come si fa ad arrivare in Russia risparmiando un pochino?

Partiamo dalla via più comoda: L'AEREO!
Voli diretti per la Russia (principalmente per Mosca. Per San Pietroburgo partono diretti sono da Milano e Roma) partono da:

Milano  PobedaS7 airlinesMeridianaAeroflot (San Pietroburgo) e Alitalia (San Pietroburgo)Roma: Aeroflot e AlitaliaVerona: S7 airlines e MeridianaNapoli:

Andare in Russia: il visto

Immagine
Questa è la seconda volta che vado in Russia (la prima era stata a Mosca quasi due anni fa). Come l'altra volta anche questa mentre prenoto e spedisco documenti ho un po' d'ansia al pensiero che non sia tutto a posto o ci siano problemi. 
Mi rendo conto che avere di fronte la burocrazia di un Paese straniero in una lingua (e in alfabeto) che non si conoscono possa essere complicato. So che è per questo motivo che alcuni rinunciano ad un viaggio in Russia, e questo è un peccato. Certo, bisogna affrontare il costo del visto e un po' di fogli e foglietti, però ne vale assolutamente la pena.
Questo post vuole raccontare come fare il visto (fai da te o tramite agenzia) e quanto costa in una versione o nell'altra. Premetto che io ho sempre usufruito dell'agenzia, perché non ho mai trovato conveniente fare da me (avrei sì risparmiato qualche euro ma avrei dovuto chiedere un permesso dal lavoro per presentare la richiesta e mi sarei dovuta sobbarcare tutta la burocrazia)…

Quattro passi per Helsinki

Immagine
Questo post nasce da un commento sul mio post precedente di una ragazza, Anna. Anna ha un blog, che si chiama Profumo di Follia, bellissimo e dato che dai commenti ho capito che era stata ad Helsinki sono andata a scandagliare il suo blog. Eccome se ci è stata ad Helsinki, e ne è pure innamorata. E così mi sono persa tra le sue pagine, i suoi consigli e le sue emozioni.
Tra le altre cose ho trovato il consiglio a visitare una delle tante isole di Helsinki: Seurasaari. Aprendo google maps spunta fuori che ci potrei arrivare a piedi, ponte dopo ponte, isola dopo isola, proprio da casa. Percorso: 5 chilometri (più o meno), tra natura, boschi, ponti e case sparute.
Ed ecco che il mio cuore ha iniziato ad andare all'impazzata e già mi vedo passeggiare per quelle strade.
Qui potete trovare la mia mappa consultabile su GoogleMaps:

Non vedo l'ora di respirare l'aria finlandese. Vorrei che fosse proprio la prima mattina ad Helsinki, quando ancora conoscerò pochissimo della città. Qu…

Tramonti a nord est: l'organizzazione

Immagine
Mancano 49 giorni. Tra 49 giorni calpesterò per la prima volta il suolo estone e mi immergerò in un viaggio che frulla nella nostra testa da un anno e mezzo.

"Siate cortesi con tutti, ma fare amicizia con pochi. La vera amicizia è una pianta che cresce lentamente. Dovrà sottoporti a prove ed essere in grado di resistere agli urti del destino, prima di avere il diritto di portare questo nome" - Proverbio estone

Eravamo andati a Mosca, a ottobre 2015. La città ci è piaciuta talmente poco che mentre stavamo tornando in aeroporto già pensavamo a quando tornarci. E il tour che avevamo pensato per questo ritorno è esattamente quello che faremo quest'estate: Tallinn - Helsinki - San Pietroburgo - Mosca.


A livello organizzativo devo dire che è stato uno dei più complessi, vuoi perché ci sono di mezzo tre Paesi, vuoi perché uno di questi è la Russia e io non conosco mezza parola in russo e il cirillico lo capisco per quanto mi ha insegnato la Deja, durante assonnati pomeriggi in …

Aiuto, parto per Berlino!

Immagine
Tanti amici mi chiedono consigli su Berlino. Appena prenotano (o hanno in mente) una visita nella capitale tedesca mi chiedono dritte. Chissà come mai? E io ogni volta inondo i poveretti di informazioni, post, messaggi, articoli e PDF. Più o meno diventando una stalker! Io ogni volta cado in un vortice di gioia immensa per poter parlare di Berlino e nostalgia livello 10000 per la mancanza di quella città, un dolore quasi fisico. Oggi poi è stato strano perché ieri ho visto un film carino e interessante che parla della mia generazione, quella costretta ad espatriate rea di aver creduto alla favola del “studia e avrai una vita migliore dei tuoi genitori”. Nel film due ragazzi spagnoli si trovano a dover espatriare a Berlino alla ricerca della felicità (salvo poi trovarsi a fare i camerieri in un ristorante turco). E vederla mi ha dato un tuffo al cuore. Quanto è bella Berlino, e unica la sua atmosfera?  Lo so, molti ora mi diranno che non è più la Berlino di 30/20/10 anni fa… Certo, ovvi…